Lunedì, 25 Gennaio 2016 11:07

Carisma del Cenacolo Domenicano

Vota questo articolo
(0 Voti)

“LANCIARE NEL MONDO LE PREDICATRICI DI SAN DOMENICO, CONSACRATE AL SIGNORE.
STUDIARE E PREDICARE LA DOTRINA DI GESU’, CONSUMARSI E MORIRE PER ESSA.”

Ermelinda Rigon

 

Il progetto di E. Rigon  trova il suo fondamento nell’ideale domenicano. La religiosa del Cenacolo Domenicano, spinta dallo zelo per il Regno di Dio, toccata dalla sofferenza e dalla miseria del mondo, abbraccia la missione propria dell’Ordine Domenicano, la predicazione della Parola di Dio per “la salvezza delle anime”, e ne accoglie il metodo: “Contemplata aliis tradere”.

“Sulle orme di S. Domenico, la Religiosa del Cenacolo Domenicano – scrive la Fondatrice – contempla, prega, studia, non per contenere ma per dare. Apprendere per comunicare è propriamente le sua vocazione, la sua esigenza, la sua gioia. Ad una intensa vita eucaristica essa attinge le forze vive della sua vita interiore e la luce del suo apostolato”.

La suora del Cenacolo Domenicano guarda a Gesù -  Maestro di Verità, di Carità, di Apostolato  - che nel Cenacolo di Gerusalemme si pone come modello di servizio, di condivisione, di amore; offre se stesso per l’umanità, in obbedienza al Padre, nel Mistero eucaristico; esprime ai suoi discepoli i più grandi sentimenti di amore, di benevolenza, di fiducia, di comprensione e di misericordia; dà loro il mandato di predicare il Vangelo in tutto il mondo; promette e dona alla Chiesa il suo Santo Spirito.

Letto 2152 volte Ultima modifica il Lunedì, 25 Gennaio 2016 11:10
Altro in questa categoria: « Storia Curia generalizia »
Lascia un commento

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica l'accettazione dell'utilizzo dei cookie.