Monday, 25 January 2016 15:33

San Domenico e l’Ordine Domenicano

Rate this item
(0 votes)

San Domenico concepì dunque una vita di santità interiore che anima una vita esteriore di servizio di Dio: una vita di unione con Dio sfociante in una vita di unione col prossimo. La prima è indispensabile alla seconda: contemplare, pregare, studiare, imparare per comunicare i frutti alle anime lontane, agganciate miseramente all’errore ed al vizio. Si esclude così qualunque egoistico accontentamento di sé: poiché il Domenicano è pronto ad abbandonare la gioia intima dei colloqui con Dio per darsi nella predicazione. 

La nostra spiritualità sarà ad esempio della Sua, credere com’Egli fu pugile fidei – adorare nella vita di rinunzia e di preghiera, com’Egli fu esempio di santità – predicare com’Egli sparse nel mondo il Verbo di Cristo. Egli da Sacerdote, noi da modeste insegnanti, nel campo immenso e tanto necessario dell’educazione e dell’istruzione religiosa e dell’istruzione profana secondo [i] principi del Vangelo, e in tutte le forme richieste dai tempi e permesse dalla Chiesa.

Predicare con l’esempio, con la parola, con l’insegnamento, a grandi e piccoli, a colti e a umili: premurose di spargere il buon seme “a tempo e fuori tempo” abbracciando con vivo spirito materno i bisogni di tutti coloro che attendono inconsapevolmente la nostra caritatevole e fervorosa azione per accostarsi al Sacerdote, all’Altare, verso la conquista della Salvezza eterna.

Read 248 times
Leave a comment

We use cookies to make it easier for our customers to visit our website. If you do not consent to the use of these cookies, please disable them following the instructions indicated at the link below. Please note that, if cookies are disabled, the website might not work properly. By using this website you consent to the use of cookies.